Slack, i tuoi messaggi in un unico posto!

Quando si lavora di gruppo la cosa fondamentale è la comunicazione tra i vari membri del team, essa deve essere rapida ma soprattutto chiara ovvero nulla di confusionario. Molti di voi sicuramente pensano che la soluzione a tale problema potrebbero essere l’email, ma nel momento in cui si inviano decine di email al giorno a persone che sono nella stanza tua e se ci aggiungiamo che le email sono abbastanza difficili da organizzare, bé allora non siamo difronte ad una soluzione.

Che cos’è Slack?

Slack è una vera è propria Piattaforma per la comunicazione di gruppi di lavoro, una super chat ma organizzata in maniera FANTASTICA! Infatti Slack funziona a canali, questi canali sono uguali ai gruppi che vengono creati su whatsapp o telegram. Molto spesso si creano tanti canali in base ai progetti che ha l’azienda (es. l’azienda ha 3 progetti A, B e C e buona prassi creare tre canali chiamati come i nomi dei progetti in questo caso A, B e C). È possibile impostare i canali come privati o pubblici, sui canali pubblici può iscriversi qualsiasi membro dell’azienda invece su quelli privati saranno gli admin a invitare i diretti interessati altrimenti nessuno può iscriversi. Ovviamente se si ha la necessità di messaggiare in privato con un membro del team Slack permette di faarlo senza problemi.

Integrazioni con Servizi Esterni:

In Slack è possibile integrare alcuni servizi/applicazioni esterne è questo rende Slack davvero unico, ecco un elenco dei servizi più utili da integrare ma c’è ne sono davvero tante altre:

  • Google Calendar: Per avere a portata di mano la propria agenda e sincronizzare gli impegni
  • GitHub:  è l’interfaccia web del sistema di versioning git. Tramite una procedura un po’ complessa ma ben documentata è possibile linkare un repository ad un canale e voilà, log dei commit dentro a Slack!
  • Trello: è il tool di collaborazione strutturato in bacheche condivise e personali, con scadenze e assegnazione dei task, integrabile anche in Slack
  • Google Drive: Condivide la lista dei files di una cartella nel relativo canale.
  • Giphy: Giphy è per le gif 😉
  • Spotify: è possibile integrare il popolare servizio di streaming musicale nel canale #Preferito, per creare una playlist condivisa. In questo modo è possibile aggiungere i brani direttamente da Slack!

Solo servizi….Ecco anche i Bot di Slack:

All’interno della piattaforma di Slack è possibile aggiungere anche i Bot, forse per chi utilizza l’app di messaggistica istantanea Telegram sa cosa voglio dire. In Slack è già presente fin dal primo momento il bot Slackbot, deputato ad essere il punto di riferimento per le notifiche dallo staff di Slack ai team, ma anche come aiuto in caso di errore d’uso.
Nel market sono disponibili altri bot molto utili, tra cui:

  • To-do Bot, un to-do list e task manager per tenere traccia di tutte le attività che emergono durante le conversazioni, con la possibilità di assegnarle direttamente ad uno dei membri del team, ma anche impostare scadenze, priorità e tenere traccia di tutte le attività svolte e da svolgere;
  • JiraCloud è utile per le aziende che già si avvalgono del tool di sviluppo Jira. Tramite il bot sarà possibile interrogare lo stato dei ticket direttamente dalla chat di Slack;
  • Polly è il bot dedicato ai sondaggi e può essere utile nel caso in cui occorra prendere delle decisioni, partendo dal brainstorming sul nome di un nuovo prodotto fino ad arrivare alla più banale scelta del ristorante per la pausa pranzo;
  • Meekan Scheduling Assistant è il bot indispensabile per gestire gli appuntamenti e le riunioni; confronta gli impegni degli utenti del team e trova il momento migliore per una riunione, invia degli alert per ricordare gli appuntamenti e, in caso di ritardo, avvisa tutti gli altri partecipanti.

About the Author

aparzi

aparzi

Fondatore di questo blog e studente di Informatica presso l' Università degli Studi del Molise, contemporaneamente lavoro come Software Developer per un azienda del Molise. Nel mio tempo libero mi piace approfondire argomenti o linguaggi di programmazione a me nuovi e mi diverto a scrivere "articoli". Non mi reputo e non sono un professionista su come si scrivono articoli ma semplicemente mi piace condividere con i lettori la mia passione. Grazie della lettura :=)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *